irrigazione fai da te giardino e balcone

Irrigazione fai da te: soluzioni per giardino e balcone

Se hai il pollice verde e vuoi tenere il tuo prato florido e ordinato anche quando non ci sei, devi dotarti di un impianto irrigazione giardino. Non è necessario acquistare un modello professionale e costoso, puoi semplicemente affidarti ad un sistema di irrigazione fai da te facilmente realizzabile.

Quando parti per le vacanze non hai la possibilità di prenderti cura delle tue piante, che sotto il sole, le alte temperature e le intemperie rischiano di appassire. Per questo motivo sempre più persone utilizzano un irrigatore automatico, un impianto irrigazione fai da te, per preservare il proprio prato. Si possono realizzare vari impianti irrigazione per la cura delle piante in giardino o sul balcone.

Scopriamo insieme come realizzarli.

Irrigazione giardino fai da te: le varie tecniche

Per il giardino esistono varie tipologie di irrigazione fai da te. L’impianto irrigazione fuori terra è il più semplice da realizzare, poiché l’acqua viaggia all’interno delle tubazioni posate sul terreno per poi essere sparsa con getti o lanci. Un altro sistema è l’irrigazione a goccia fai da te, che si basa su un impianto di tubi traspiranti oppure traforati che lanciano piccoli getti. L’irrigazione giardino interrata infine prevede l’installazione di tubi sotto terra e l’innaffiamento proviene dal sottosuolo oppure si verifica con getti a scomparsa. Indipendentemente dal sistema di irrigazione fai da te scelto, è opportuno verificare la portata e la pressione dell’acqua, che indica appunto la disponibilità dell’acqua in un determinato periodo di tempo. Per controllare il valore della pressione dell’acqua è sufficiente collegare un manometro al rubinetto e poi aprire l’acqua al massimo.

Progettazione e realizzazione del sistema irrigazione prato

impianto irrigazione fai da te giardino

Impianto irrigazione fai da te

Prima di cominciare la realizzazione di un impianto irrigazione giardino fai da te è necessaria la progettazione. Devi disegnare in scala la zona da irrigare, compresi i possibili ostacoli e le piante da innaffiare. Ogni linea può montare al massimo 5 irrigatori, che hanno un raggio d’azione regolabile a piacere tra 0 e 360°. Altri aspetti da valutare nella costruzione di un impianto di irrigazione fai da te sono la diversa provenienza dell’acqua ed il tipo di alimentazione elettrica.

A questo punto possiamo passare alla realizzazione finale di un impianto di irrigazione fai da te. Comincia a scavare i percorsi dei tubi dell’impianto, realizzando un solco profondo di circa 20-25 cm. Posa un tubo in polietilene, posiziona gli irrigatori e prima di interrare testa l’impianto per assicurarti del corretto funzionamento. Verifica che la testa degli irrigatori sia allo stesso livello del piano del terreno. Dopo aver completato l’interramento dell’impianto di irrigazione fai da te puoi installare i programmatori, cosicché l’irrigazione venga definita nel tempo. All’impianto si può collegare anche un sensore per la pioggia, evitando l’attivazione del sistema durante i temporali.

>>LEGGI ANCHE: Calendario del Giardino<<

Impianti di irrigazione fai da te per il balcone

Se hai delle piantine sul tuo balcone devi utilizzare sistemi diversi. Uno dei metodi più pratici è l’irrigazione con gel, contenuto in bustine piccole ed economiche. Queste bustine vanno prima immerse nell’acqua per un periodo indicato dalle istruzioni presenti nella confezione, per poi essere messe nelle piante sopra il terreno. Le capsule di idrogel vengono gradualmente rilasciate nel terreno che risulta sempre bagnato. Non tutte le piante però sono compatibili con questo sistema di irrigazione, quindi informati preventivamente chiedendo ad un esperto.

Irrigazione a goccia fai da te

irrigazione a goccia fai da te bottiglia

Irrigazione a goccia vasi

Un altro sistema molto diffuso è l’irrigazione a goccia fai da te bottiglia. Per realizzarlo è sufficiente prendere il tappo di una bottiglia di plastica vuota e praticare un piccolo foro con un punteruolo. La bottiglia va posizionata capovolta nel terreno in modo da fare uscire l’acqua goccia a goccia. L’irrigazione a goccia è un sistema molto utilizzato da chi è assente da casa per diversi giorni. Se la tua assenza potrebbe prolungarsi più del previsto ti consiglio di realizzare un sistema di impianto a goccia con più bottiglie in uno stesso vaso.

In alternativa puoi utilizzare una tanica capiente con tappo a rubinetto, dove praticare un piccolo foro. Alla tanica va avvitato un tubo di gomma da chiudere con un tappo. Nel tubo devi praticare due o più fori e poi inserire i tubi di connettori a goccia. Infine capovolgi la tanica nel terreno assicurandoti che sia ben fissata.

Share this post

No comments

Add yours

Rispondi