Come pulire i materassi di seconda mano

Complice la crisi, oggi come oggi non tutti possono mettere mano al portafoglio e spendere chissà quale cifra per arredare la casa. Sono soprattutto le giovani coppie ad avere un’oggettiva difficoltà in primis ad acquistare la casa e in secondo luogo ad arredarla. E questo è il motivo principale per cui molti hanno fatto di necessità virtù e si sono dati al recupero di oggetti da utilizzare come arredo, o hanno fatto acquisti nei mercatini dell’usato per risparmiare sul budget. Spesso però quando si acquista l’usato, l’oggetto non è pronto ad essere utilizzato e ha bisogno di essere sistemato, vediamo qui il caso dei materassi di seconda mano.

Materassi di seconda mano: come passare dall’usato a quasi nuovo

I materassi di seconda mano hanno sicuramente bisogno di essere sistemati prima di essere utilizzati. Sebbene in alcuni negozi dell’usato si preoccupino di pulire accuratamente gli oggetti, trattandosi di un materasso è meglio non lesinare smaterassi di seconda mano come nuoviull’igiene, per cui pulirlo per bene è sempre la scelta migliore, anche perché potrebbe essersi impolverato e ospitare una vera miriade di acari. Cosa bisogna fare allora? Il primo step è sicuramente quello di passare accuratamente l’aspirapolvere su tutta la superficie del materasso, con particolare insistenza nelle trapunte e nelle cuciture.

In seconda istanza bisogna prendere una Vaporella ed iniziare a irrorare di vapore tutto il materasso. Anche qui si deve prestare particolare attenzione alle bordature e cuciture. Il vapore eliminerà i batteri e i germi ma, se non ci si accontenta, si può utilizzare uno spruzzino con del disinfettante liquido diluito con acqua. In questo caso, dopo aver vaporizzato tutto il materasso, è bene lasciarlo asciugare per qualche ora.

Macchie resistenti sui materassi di seconda mano

Qualora sul materasso vi fossero delle macchie particolarmente difficili da debellare, si può utilizzare un panno imbevuto in un composto d’acqua e bicarbonato e, se proprio non vengono via, spruzzando dello sgrassatore, si otterranno risultati sorprendenti! Anche in questo caso, però, sarebbe meglio lasciar trascorrere qualche ora affinché il materasso asciughi.

Il tocco finale

Infine, prima di dormire sul proprio materasso, si dovrebbe profumare. Basta aggiungere poche gocce di un olio essenziale della profumazione preferita a dell’acqua e spennellare generosamente con un pennellino bordature e cuciture non a vista. In questo modo, il proprio letto profumerà per diversi giorni. Non bisogna dimenticarsi, prima di rifare il letto, di foderare il materasso o i materassi con un coprimaterasso: se ne trovano in commercio di diversi materiali e per tutte le tasche. Questo è molto importante perché non solo si riparerà il materasso, ma non si metterà a diretto contatto questo con le lenzuola.

Se poi si decidesse di acquistare un materasso nuovo, qui si può trovare qualche idea utile: http://it.tempur.com/materassi-online/.

Share this post

No comments

Add yours

Rispondi