verniciatura legno

Verniciare il legno

Verniciare il legno può sembrare un lavoro complicato, in verità si tratta di seguire alcuni passaggi fondamentali, e di tener conto di alcune condizioni basilari prima di procede al vostro lavoro di bricolage.

Il legno per gli amanti del “fai da te” rappresenta il mondo principale su cui è incentrato questo hobby, tutti in casa abbiamo qualcosa in legno che con il tempo necessità di essere rivisto e sottoposto a manutenzione: una finestra, un mobile, un tavolo, un mobile o un divano con pallet, oppure anche delle travi di abbellimento oppure di struttura, che completano il design di una casa di campagna o di una villetta al mare.

E’ importante considerare che tipo di legno e quale oggetto si debba sottoporre a verniciatura, se per esempio si tratta di una finestra in legno, e quindi sottoposta alle intemperie del tempo: acqua e vento, oppure se per esempio si tratta di oggetto che magari sarà posto in cantina e o comunque in una zona altamente umida. Fatte queste considerazioni, sarà bene preparasi tutto l’occorrente per verniciare il legno oggetto del nostro lavoro fai da te. Di seguito un elenco del probabile occorrente che non deve mancare se intendi verniciare il legno:

  • Carta vetrata per scartavetrare
  • Pennello ( di setola animale oppure a setola sintetica)
  • Pittura
  • Guanti da lavoro fai da te
  • Pezza per pulire il legno
  • Prodotti per lucidare il legno

La prima operazione da fare quando si deve verniciare il legno è scartavetrare l’oggetto da verniciare. In tal caso serve appunto la carta vetrata, una pezza per spolverare e un paio di guanti da lavoro che userete per tutta l’operazione di verniciatura del legno; come prima cosa passate la pezza per eliminare eventuali residui, procedete col passare la carta vetrata in modo manuale per tutta la lunghezza del legno, assicuratevi di aver coperto tutta l’area del legno soggetto della scartavetratura.

Successivamente per eliminare nuovamente tutti i residui, si passa un’altra volta la pezza questa volta meglio se umida su tutto il mobile. Se necessario eseguite quest’operazione con la carta vetrata due volte, per migliorare e perfezionare il lavoro si può anche scegliere di utilizzare una carta con la grana ancora più fine per ottenere una superficie perfettamente lucida.

Adesso dopo questa prima pulitura siete pronti per procedere con il passaggio successivo: verniciare. Se vi accorgete che ci sono dei residui di resina, questa va assolutamente eliminata, per farlo usate una pezza imbevuta di acqua raggia. Assicuratevi di aver acquistato i pennelli adatti sia nelle dimensioni e sia di qualità adatta al legno. Potete scegliere se questi debbano essere a setola animale, oppure a setola sintetica, dipende dal tipo di verniciatura che volete eseguire; se usate i prodotti diluiti con solvente si consigliano quelli a setola animale, se invece preferite prodotti ad acqua oppure misti, optate per quelli a setola sintetica; questa seconda combinazione è quella che si sposa meglio con il legno.

Quando avrete pulito bene la superficie e sarete sicuri che il legno sia completamente asciutto, procedete con la pittura. Anche qui è importante scegliere il prodotto migliore per il legno. In commercio nei negozi specializzati si trovano le pitture specifiche per il legno: dagli smalti colorati, i flatting tradizionali trasparenti, agli impregnanti colorati nelle varie nuance del legno.

Prima di scegliere la vernice per il legno, dovete sapere che esistono due sottocategorie che si dividono in coprenti e impregnanti. Quelle coprenti creano una pellicola molto robusta sulla superficie del legno; le vernici impregnanti sono assorbite direttamente dal legno, con questa non si crea nessuna pellicola coprente sulla superficie del legno oggetto della verniciatura. La scelta dipende di certo dal gusto personale, anche se da un punto di vista pratico la vernice impregnante è più resistente, non si sfoglia anche se si tratta di oggetto ad uso esterno e quindi soggetto alle avverse condizioni del tempo.

Verniciare il legno comporta necessariamente delle piccole accortezze che permettono una buona manutenzione dell’oggetto stesso; prima di completare l’operazione è necessario passare dei prodotti specifici protettivi, sia fungicida e sia insetticida per proteggere da eventuali attacchi di parassiti del legno ed agenti atmosferici esterni come quanto sopra detto.

Quando passate la vernice ed anche i prodotti coprenti con il pennello, dovete agire con precisione e cautela per non rovinare l’estetica dell’oggetto; il pennello non va inserito per intero nel recipiente del prodotto, introducete solo per metà e ricordatevi di far sgocciolare eventuale prodotto in eccesso. Passate il pennello sempre nello stesso senso seguendo le venature del legno. Per ottenere un ottimo legno verniciato, prima di passare la seconda mano, aspettate che la prima si sia asciugata completamente.

In alcuni casi, per ravvivare nuovamente il legno e la verniciatura, tra la prima e la seconda passata di vernice si può procedere ad un nuovo passaggio di carta vetrata molto fine. A completamento del vostro lavoro “fai da te” sulla verniciatura del legno, se seguirete tutti i passaggi indicati, noterete degli ottimi risultati.

 

Share this post