Ad ogni pianta la propria consociazione

Per avere un orto che vada concimato e diserbato il meno possibile, è bene piantare assieme più specie nella stessa parcella: accostando le piante giuste, otterremo un effetto sinergico. Vi sono alcune piante il cui odore allontana i parassiti delle piante consociate, altre piante le cui radici trattano il terreno per migliorare la crescita delle consociate, e infine alcune piante attirano insetti che mangiano i parassiti delle consociate. Conoscendo quali combinazioni di piante si possono consociare, il vostro orto sarà più produttivo, più facile da gestire e non dovrete ricorrere a prodotti chimici che alla lunga impoveriscono il terreno. Avrete quindi anche meno bisogno di ricorrere a concimi.

Consociazione n.1: i pomodori e le loro consociate

consociazioneLe parcelle di pomodori saranno più sane e produttive mettendole in consociazione con basilico, cipolle e nasturzio. Una parcella con queste quattro piante sarà più sana e produttiva. E ognuna delle piante trarrà benefici dalla vicinanza con le altre. Per quanto riguarda il nasturzio, nonostante non sia considerato una pianta da orto, produce dei fiori spettacolari che sono ottimi da mescolare all’insalata, grazie al loro sapore leggermente piccante e stimolante.

Consociazione n.2: le carote e le loro consociate

Le parcelle di carote possono essere organizzate in modo da alternare alle file di carote alcuni esemplari di piante che sono, con queste, in sinergia. Ad esempio, le consociazioni migliori per le parcelle di carote vedono un mix di aneto, aglio, lattuga e patateAnche porri e ravanelli sono ottimi alleati della buona crescita delle carote, e traggono beneficio dalla consociazione con quest’ultime.

Consociazione n.3: le zucchine e le loro consociate

Le zucchine sono piante molto ingombranti, una volta cresciute. Per migliorare la produttività e mantenere il terreno fertile a lungo, è bene alternare fra una pianta di zucchina e l’altra delle reti su cui far crescere piselli e fagioli. Se lo spazio a disposizione lo permette, anche le rape sono ottime consociate delle zucchine. In questo caso, dobbiamo prevedere che le zucchine si allargheranno di circa 50-80 cm dalla piantina centrale, e dovremo quindi piantare fagioli, piselli e rape a debita distanza. Particolare attenzione va posta soprattutto alle rape, piante basse che potrebbero soffrire per l’eccessiva ombra.

Share this post

No comments

Add yours

Rispondi