come pulire l'argento a casa

Come pulire l’argento con rimedi naturali?

Come pulire l’argento? Una domanda che tutti, prima o poi, ci siamo fatti nella vita. Coppette, cucchiai e posate d’argento, infatti, sono sicuramente belli da vedere e in grado di donare un tocco di classe alla propria tavola, ma allo stesso tempo non si può negare che con il passare del tempo perdano la loro lucidità iniziale, diventando opachi, se non addirittura anneriti. Proprio per questo motivo è importante sapere quali prodotti per pulire e smacchiare bisogna utilizzare per gli oggetti in argento. Senza comprare prodotti costosissimi, è infatti possibile ottenere il risultato desiderato, ridando luce alla propria argenteria. Dal sale grosso al dentifricio, fino ad arrivare al succo di limone, vi è davvero l’imbarazzo della scelta. Scopriamo assieme come pulire l’argento.

5 soluzioni alla portata di tutti

  • Sale grosso e carta stagnola per l’argento annerito

sale grosso per pulire l'argento

In presenza di ciondoli, portachiavi, posate d’argento e monete, la soluzione ideale è il sale grosso utilizzato in combinazione con la carta stagnola.

In particolare bisogna utilizzare la classica carta alluminio da cucina per ricoprire un contenitore di vetro, mettere dentro del sale grosso e per finire gli oggetti in argento. A questo punto è sufficiente mettere dell’acqua bollente, lasciare in posa per un’ora e per finire asciugare il tutto utilizzando un panno morbido. Grazie a questa tecnica pulire l’argento risulterà estremamente facile e il risultato finale sarà davvero sorprendente.

  • Smacchiare grazie al bicarbonato di sodio

bicarbonato per lucidare l'argento

Bicarbonato per lucidare

Il vassoio d’argento è sicuramente in grado di dare un tocco in più alle serate con amici e parenti quando si decide, ad esempio, di bere qualcosa assieme. Ma come utilizzarlo e portarlo in tavola se si è annerito? Ovviamente non si può presentare il vassoio macchiato e, per questo motivo, vi consigliamo di utilizzare il bicarbonato di sodio.

Ebbene sì, il bicarbonato può essere utilizzato per pulire l’argenteria. Basta aggiungere 50 grammi di questo prodotto in un litro d’acqua bollente e fare bollire. Dopo aver tolto la pentola dal fuoco è necessario far raffreddare e mettere l’argenteria in acqua fino a quando il nero non scompare. Per finire basta sciacquare, asciugare e il gioco è fatto.

LEGGI ANCHE >> Altri interessanti usi del bicarbonato per uno Shampoo Naturale fatto in casa

  • Come pulire l’argento con il succo di limone

succo di limone per argento

Succo di limone per argento

Particolarmente apprezzato da chi vuole dimagrire, per sbiancare i denti in modo naturale o semplicemente per donare un tocco in più al cibo, il limone si presenta come un alimento estremamente versatile, tanto da essere utilizzato anche per pulire l’argenteria.

Per ottenere un risultato ottimale è sufficiente lucidare l’oggetto con del succo di limone, aggiungere due cucchiaini di bicarbonato di sodio e strofinare con un panno di cotone. Mentre si strofina si vedrà del colore vede; quest’ultimo non è altro che la parte ossidata che piano piano si riesce a rimuovere. Rimosse le macchie, si procedere risciacquando l’oggetto sotto l’acqua corrente e asciugando con un semplice panno.

  • Acqua di cottura delle patate per un’argenteria splendente

come usare le patate per lucidare l'argento

Come usare le patate per lucidare l’argento?

L’amido è un vero e proprio alleato dell’argento e per capirne l’efficacia basta immergere gli oggetti da lucidare nell’acqua di cottura delle patate, che deve essere filtrata, per ottenere dei risultati sorprendenti. Che si tratti di cucchiai argento o posate, tutta l’argenteria sembrerà come nuova. Per ottenere il massimo dell’efficacia, inoltre, si consiglia di aggiungere un cucchiaio di aceto.

  • Come si pulisce l’argento con il dentifricio

dentifricio per argento

Dentifricio

Utilizzato per pulire i denti e combattere i brufoli, il dentifricio è utile anche per lucidare l’argento. Basta infatti mettere un po’ di dentifricio sulla parte che risulta ossidata, strofinare con un panno morbido, risciacquare e asciugare per avere un’argenteria splendente come appena acquistata.

Vassoi, posate, cucchiai, oggetti di valore… Ne utilizziamo davvero tanti e, per mantenerli come nuovi, è importante averne cura costante. Chiaramente bisogna distinguere tra l’argenteria da battaglia e quella delle grandi occasioni che a sua volta, pur non essendo utilizzata, ha bisogno di essere pulita per eliminare la fastidiosissima patina nera. Fortunatamente, però, basta davvero poco per riuscire a donare all’ambiente un tocco di ricercatezza e all’argento nuova vita. Grazie ai consigli di Idee Fai Da Te, infatti, sapere come lucidare l’argento non è mai stato così facile.

Share this post

No comments

Add yours

Rispondi