rimuovere carta da parati

Come staccare, tagliare e attaccare la carta da parati

Come staccare la carta da parati? Questo potrebbe essere un dubbio ricorrente quando si decide di ristrutturare una stanza e nello specifico caso di cambiare e o togliere la carta da parati. Quando si decide di fare delle modifiche cambiare i colori e o la carta da pareti alle pareti sono le prime azioni che si decide di fare. Vediamo di seguito di capire che cosa fare quando si decide appunto di rinnovare una camera cambiando la carta da parati.

La prima cosa da fare è staccare quella vecchia. Quest’azione si può fare in diversi modi:

  • Staccare la carta da parati a secco
  • Bagnando i muri
  • Con aceto
  • Con vaporizzatore

Se scegliete la prima soluzione, ricordate di cominciare quest’azione partendo dagli angoli. Generalmente la parte superiore delle carte da parati si toglie con molta semplicità, con un po’ di tempo e pazienza riuscirete a togliere la carta da parati dalle vostre pareti.

Se la prima operazione fosse troppo laboriosa, esistono come avrete letto le atre possibilità… una di queste, è bagnare i muri. E’ un’operazione che si deve eseguire con molta accortezza e delicatezza.  E’ necessario che vi prepariate tutto l’occorrente prima di cominciare il vostro lavoro.

Ecco che cosa vi serve:

  • Recipiente con dell’acqua calda
  • Una grossa spazzola, una di quelle che si usa per attaccare la carta da parati
  • Raschietto

Adesso siete pronti per staccare la carta da parati con l’acqua calda. Basta immergere la spazzola nel recipiente che contiene l’acqua, e iniziare a passarla su tutta la superficie del muro in modo che la carta da parati s’inumidisca bene. Dopo qualche minuto potete cominciare a staccare la carta da parati; sicuramente sarà necessario usare un raschietto per eliminare i residui che rimarranno attaccati al muro. Quest’azione richiede tempo e soprattutto potrebbe creare un discreto disordine nella stanza e sul pavimento in particolare. Per raccogliere meglio tutti i residui della vecchia carta da parati, si consiglia di mettere a terra dei giornali vecchi in modo che possano raccogliere la carta da parati man mano che questa si stacca.

Un altro modo per eliminare la vecchia carta da parati dai muri consiste nell’uso dell’aceto. In verità si unisce dell’aceto all’acqua calda e vedrete che quest’operazione agevolerà e migliorerà il lavoro sopra descritto. L’aceto, infatti, ha la capacità di agire velocemente sulla colla e quindi accelera questa manovra.

Per un lavoro semi professionale, potete avvalervi di una macchina che vaporizza. Si può acquistare oppure anche affittare, dipende da quante volte la usate, se pensate che questa macchina possa essere utile e usata diverse volte, forse l’acquisto potrebbe essere più conveniente rispetto al solo costo di affitto per un unico lavoro.

Dovete prestare molta attenzione quando staccate la carta da parati con il vapore, questo può essere pericoloso; dopo aver vaporizzato sulla parte da staccare, lasciate agire qualche secondo e dopo staccare energicamente la carta da parati. In quest’ultimo caso si consiglia maggiormente di indossare dei guanti e degli occhiali di protezione. In verità queste accortezze si dovrebbero considerare ogni volta che si esegue un lavoro domestico di questo genere e quando ci si dedica in generale ad ogni mansione “fai da te”.

Adesso che la carta da parati vecchia è stata staccata, vediamo come tagliare quella nuova che vogliamo applicare come sostituta della precedente.

Ecco che cosa serve per attaccare e tagliare la carta da parati:

  • colla per carta da parati
  • forbici per tagliare la carta da parati
  • una livella a bolla
  • matita
  • un tavolo lungo e comodo per questo genere di operazione
  • spazzola o pennellessa per applicare la colla
  • un metro meglio se quello morbido a nastro
  • un panno umido

Procedimento

Tracciate una linea di divisione nel punto in cui sarà applicata la carta da parati, per quest’operazione aiutatevi con la livella a bolla, che userete come riferimento per tracciare con la vostra matita una bella linea retta.

Considerate la lunghezza della carta da parati, stendete i teli sul tavolo da lavoro e avvalendovi delle forbici specifiche, iniziate a tagliare la parte che vi serve. Le misure dovranno considerare circa 10mm in più per la parte inerente le rifiniture sia della parte alta e sia di quella bassa.

La rifinitura dovrà comprendere anche gli angoli. Dopo aver tracciato la vostra linea, tagliate la carta nel modo adeguato, ricordandovi di affilare la forbice per un taglio preciso e netto. Inoltre è anche utile una buona predisposizione alla tecnica di taglio per ottimizzare tutto il lavoro. Dopo aver tagliato la carta, usate la spazzola o la pennellessa per spargere la colla sulla carta da parati.

Spostate sapientemente i bordi della carta dal tavolo in modo che questi pendano dal tavolo, questo permette di non sporcare il tavolo con la colla. Tuttavia se dovesse accadere, usate il panno umido per eliminare subito la colla dal tavolo.

Adesso siete pronti per posizionare la carta da parati sulla zona da voi designata. Aiutatevi adagiando il foglio di carta da parati sul braccio e di farlo scorrere come una sella da cavallo. In questo modo sarete più pratici nell’applicare la carta da parati.

Se la carta da voi scelta fosse particolarmente pesante, aspettate qualche minuto in più prima di attaccarla, questo per dare modo alla colla di aderire bene al foglio. Lavoro compiuto.

 

Share this post