restaurare parquet idee

Restaurare il parquet coi prodotti naturali

Innanzitutto, per restaurare il parquet abbiamo bisogno di capire quali sono gli interventi da fare. Qualsiasi sia il lavoro da fare sul parquet, preparatevi a sverniciarlo: il parquet è una composizione di liste di legno e non potete pensare di lavorare solo su una zona, poiché una volta finito il restauro e riverniciato il parquet, si vedrà dove avete lavorato. Probabilmente al momento di restaurare il parquet, vi troverete a lavorare senza sapere che vernici sono state stese prima e non potrete riverniciarlo con prodotti diversi, altrimenti le aree restaurate e quelle non restaurate saranno molto diverse. Anche nel caso sappiate quali prodotti sono stati usati, il loro colore cambia nel tempo e, anche se riusciste a dare la vernice uguale a quella utilizzata, essa risulterà comunque di colore diverso; infatti, la tinta invecchia e stagiona, scurendosi e opacizzandosi. Quindi partiamo sverniciando tutto il pavimento da trattare con una smerigliatrice, dopo aver svuotato la stanza dai mobili; quindi è arrivata l’ora di mettersi al lavoro!

In caso di tarli

Per restaurare il parquet in caso di tarli, si può intervenire con i prodotti naturali seguendo questo procedimento: dopo aver sverniciato tutto il parquet, aspirate bene e pulite con un panno appena umido. Stendete uno strato di antitarlo naturale e lasciatelo agire per il tempo indicato. Usate un prodotto a base di olio di cedro e lasciate agire, poi carteggiate leggermente il pavimento.

Parquet da riparare

Se una o più liste sono danneggiate, dopo aver sverniciato tutto, tagliate le liste rotte e portatele dal falegname per farvene ritagliare di uguali dimensioni con un legno dello stesso colore. Se le liste sono poche, non serve fare le scanalature maschio-femmina, basta rimpiazzare le liste e inchiodarle coi chiodini.restauro-parquet

Parquet da riverniciare

Se per restaurare il parquet intendete riverniciarlo, sverniciatelo e poi applicate le mani di prodotti naturali che preferite, facendo attenzione alla compatibilità strato per strato.

La finitura con i prodotti naturali

Dopo aver trattato il pavimento con uno dei tre metodi descritti sopra, è il momento di verniciarlo usando la vernice per parquet, chiamata vetrificatore e disponibile sia lucido sia satinato. I prodotti naturali all’acqua sono i migliori poiché non emanano vapori di solventi e l’ambiente è praticabile da subito, appena le vernici si asciugano. Se intendete dare una mano di impregnante, sceglietelo all’acqua e state attenti, poiché a lavoro finito il parquet risulterà scurito di qualche tono, rispetto al legno nudo, anche usando impregnante e vetrificatore incolore.

Share this post

No comments

Add yours